qualche info in più

sul PianoTerra

Un Aprile denso di iniziative nel piccologrande spazio autogestito al pianoterra e al pianosotterraneo di Via Confalonieri 3, nel quartiere Isola. Ieri un quartiere popolare vivace, con artigiani, artisti e un tessuto urbano a misura d’uomo. Oggi restano pochi artisti, pochissimi artigiani ed il tessuto urbano si è trasformato in un mostro METROPPOLITANO (come dice Antonio Rezza) dove i grattacieli si sono presi il cielo e le loro vetrate riflettono il freddo di queste nuove costruzioni urlanti la speculazione edilizia che si è consumata davanti ai nostri occhi e le nostre orecchie stanche di ascoltare le parole vuote di una politica complice delle mafie e dei grandi manager affamati di ricchezza e successo, persone prive di ogni valore umano e rispetto per il territorio. Un freddo che, d’estate, si trasforma in caldo insopportabile generato da un sole bollente che viene riflesso dalle vetrate dei grattacieli delle banche. Le costruzioni senza empatia ci guardano dall’alto sghignazzando malamente e riducono le case del quartiere Isola a delle fonderie, dove le persiane si sciolgono per l’ effetto del calore riflesso.

Il mese di aprile finisce con il cinesenzaforum curato dall’APE e risorge nella NOEXPO MAYDAY del 1° MAGGIO e nei giorni che gravitano intorno ad essa.

Una tre giorni densa di azioni, iniziative, workshops, critical mass, concerti e tanti collettivi e soggetti musicali da tutta Europa che vengono a Milano per festeggiare insieme alla banda degli Ottoni a scoppio 30 anni di r*esistenza che hanno fatto vivere la città di Milano e non solo, grazie alla musica fatta di memoria e di goliardica passione politica sociale e musicale.

Perchè è dalla memoria che noi partiamo, per creare un futuro nuovo nel quale non vogliamo dimenticare da dove arriviamo, per andare lontano e per r*esistere lontani dai modelli che le multinazionali e le corporations mafiose ci vogliono imporre dentro e fuori da Expo con la complicità della politica, oramai da troppo tempo suddita di questi poteri.