ALBERTO BRAIDA pianoforte
SILVIA BOLOGNESI contrabbasso
CRISTIANO CALCAGNILE batteria

Brevi composizioni, allusioni, schizzi, partenze. Il resto è improvvisazione: viaggio.

🌍 Alberto Braida è un pianista, compositore e improvvisatore nato nel 1966. Seduto al piano dall’età di sette anni e diplomato al Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza, dal 1989 al 1991 frequenta i seminari senesi di musica jazz. Sin dall’inizio della sua attività si dedica all’improvvisazione e al rapporto improvvisazione-composizione.
Ha suonato e collaborato con molti musicisti tra i quali Wadada Leo Smith, Lisle Ellis, Larry Ochs, Peter Kowald, Paul Lovens, Wolfgang Fuchs, John Edwards, Wilbert De Joode, John Butcher, Paul Lytton, Gino Robair, Hans Koch, Giancarlo Locatelli, Ig Henneman, John Hughes, Liz Albee, Edoardo Marraffa, Antonio Borghini, Gianfranco Tedeschi, Sabina Mayer, Michael Thieke, Alessandro Bosetti, Jeff Arnal, Filippo Monico, Massimo Falascone, Paolo Botti, Lars Scherzberg, Luca Venitucci e molti altri.
Ha suonato al Vision Festival (New York), Umbrella Festival (Chicago), Improvised and Otherwise Festival (New York), Interantional Jazz Festival (Vancouver), Total Music Meeting (Berlino), Tasten Festival (Berlino), Uncool Festival (Poschiavo), Taktlos Festival (Zurigo), Interactivity 05 (The Haag), Music Unlimited Festival XIX (Wells), Konfrontationen (Nickelsdorf), Bennington College (Vermont), Podring (Biel), Risonanze (Venezia), Controindicazioni (Roma), Free Radicals at the Red Rose (Londra), Festival milanese della musica d’improvvisazione (Milano), Pulsi (Milano), ContemporaneaMente (Lodi), An Insolent Noise Festival (Pisa) e in molti altri luoghi in Europa e Stati Uniti.
Insegna pianoforte e armonia presso l’Accademia Musicale “F. Gaffurio” a Lodi e ha sviluppato un approccio personale alla didattica della musica in particolare dell’improvvisazione. Ha diretto masterclass e laboratori presso scuole elementari, scuole medie, accademie di musica, associazioni culturali e festival internazionali.

🌎 Silvia Bolognesi è nata a Siena. Diplomata in contrabbasso, si avvicina al jazz grazie a Siena Jazz, dove frequenta corsi e laboratori di ricerca. Ha approfondito l’improvvisazione e la composizione con Muhal Richard Abrams, Roscoe Mitchell e Anthony Braxton, e studiato contrabbasso con William Parker.
Nel 2003 entra a far parte dell’orchestra di Butch Morris. Nel 2009 forma il trio Hear In Now con Tomeka Reid e Mazz Swift. Nello stesso periodo si consolida il duo con il polistrumentista newyorkese Sabir Mateen. Nel 2010 dà vita alla propria etichetta discografica Fonterossa Records.
Dal 2004 ad oggi ha pubblicato dischi e suonato con Roscoe Mitchell, Piero Bittolo Bon, Pasquale Mirra, Ernie Adams, Lewis Barnes, Jean Paul Bourelly, Tiziana Ghiglioni, Tiziano Tononi, Daniele Cavallanti, Dee Alexander, Mwata Bowden, Joe Bowie, Fabrizio Bosso, Rob Brown, Cristiano Calcagnile, Domenico Caliri, Francesco Cusa, Vincent Davis, Ernest Dawkins, Ken Vandermark, Miquel De La Cerna, Maria Pia De Vito, Hamid Drake, Garrison Fewell, Jason Hwang, Tristan Honsinger, Pasquale Innarella, Paul Jeffrey, Fred Lonberg Holm, Stefano Maltese, David Murray, Evan Parker, Enrico Rava, Scott Reeves, Ernest Reisenger, Chad Taylor, John Tchicai, Gianluigi Trovesi, Lorenzo Tucci, Ed Wilkinson, Michael Zerang e molti altri, oltre che con compagnie di danza e teatrali. Si è esibita in numerosi festival in Italia, Europa e Giappone.

🌏 Cristiano Calcagnile nasce a Milano nel giugno del 1970. Comincia lo studio della batteria e delle percussioni nel 1987 con il maestro Italo Savoia e nel 1990 entra a far parte della prestigiosa classe di percussioni di David Searcy, Mike Queen e Jonathan Scully, presso la Scuola Civica di Milano, dove si diploma in musica classica. Spinto dalla passione per il Jazz, dal 1990 al 1995, frequenta anche la classe di batteria del maestro Enrico Lucchini e l’accademia di Siena Jazz.; negli anni successivi frequenta i corsi di Peter Kowald, Sabine Vogel, lamine N’diaje Rose, Francesco Sotgiu, Andrew Cyril e Irian Lopez, approfondendo il linguaggio del Jazz e della musica improvvisata nonché della musica africana e cubana.
Dal 1995 si è esibito nei più importanti festival rassegne e club internazionali. Ha suonato in Giappone, Australia, Brasile, Inghilterra, Scozia, Norvegia, Finlandia, Svezia, Indonesia, Tunisia, India, in tutta Italia ed Europa.
Negli anni ha sviluppato un linguaggio autonomo e personale che gli permette di “adattarsi” a contesti musicali di diversa natura lavorando con artisti di fama internazionale pur rimanendo attento a proseguire il suo percorso attraverso la ricerca e la dedizione alle forme più creative di musica.
Ha una discografia sconfinata che va dall’improvvisazione al pop. Tra gli altri, ha suonato con Anthony Braxton, Wu fei, Carla Kihlstedt, Sea Bergin, Tobias Dlius, Ernst Glerum, Tristan Honsinger, Cristina Donè, Monica Demuru, Chris Cutler, Ares Tavolazzi, William Parker, Zu, Mats Gustaffson, Damo Suzuki, Mark Feldman, Buch Morris, Steve Piccolo, Giorgio Gaslini, Pacifico, Aco Bocina, Eugenio Finardi, Roberto Sironi, Roberto Sironi, Paolo Fresu, Stefano Bollani, Edoardo Marraffa, Fabrizio Puglisi, Domenico Caliri, Mirko Sabatini, Antonio Borghini, Cristina Zavalloni, Peppe Servillo, Gianluca Petrella, Paul Mc Candless, Harry Sjostrom, Frank Gratkowski, Gary Valente, Gianluigi Trovesi e molti altri.

 

Leave a Reply