Dopo il successo dell’incontro sullo “stato di salute” dei ghiacciai lombardi, torniamo sul tema da una prospettiva radicalmente diversa..come sempre h19.30 si mangia assieme, subito a seguire l’incontro con APE Milano.

SINOSSI

Il confine terrestre italiano si snoda per circa 2.000 km, attraversando nevai e ghiacciai d’alta quota lungo un tracciato che, in larga parte, coincide con la linea spartiacque che delimita i bacini idrografici di nord e sud Europa. Come effetto del ritiro delle masse glaciali causato dal riscaldamento globale, la displuviale alpina ha subito notevoli spostamenti, la cui rapidità ne ha reso difficile il rilevamento. Per far fronte al problema, nel 2008 il Governo Italiano ha introdotto nella legislazione nazionale il concetto inedito di confine mobile, in base al quale ogni modifica della displuviale deve coincidere con un aggiustamento automatico del confine di stato.


Studio Folder (Marco Ferrari, Elisa Pasqual) è uno studio di ricerca e progettazione con base a Milano. Andrea Bagnato, architetto e ricercatore, è il curatore di un libro su Italian Limes in corso di pubblicazione per i tipi di Columbia University Press e ZKM.


Italian Limes è un progetto di Studio Folder, con Delfino Sisto Legnani, Pietro Leoni, Alessandro Mason, Angelo Semeraro e Livia Shamir.


www.ape-milano.it/
www.italianlimes.net

Leave a Reply