Oro Rosso è un racconto scritto e per immagini che si snoda in tre paesi affacciati sul mare Mediterraneo, Italia, Spagna e Marocco, tra i maggiori esportatori di ortaggi e frutta in Europa e nel mondo. Le braccianti, che raccolgono le fragole, i frutti rossi e i pomodori che arrivano sulle nostre tavole, non solo sono pagate meno degli uomini e costrette a turni estenuanti, ma vengono molestate sessualmente, ricattate, subiscono violenze verbali, fisiche e stupri. Gli abusi sono sottovalutati. C’è una difficoltà oggettiva a denunciare questi crimini: spesso è impossibile raccogliere prove e testimonianze e quindi c’è scarsa probabilità di ottenere giustizia. Addirittura, si continua a ritenere, in modo più o meno dichiarato, che sia colpa delle donne, perché sarebbero loro a provocare, a starci, ad approfittarsi della situazione.

Il libro Oro Rosso (Settenove), alla sua prima ristampa in pochi mesi (è stato pubblicato ad aprile 2018 ed è stato ristampato ad agosto 2018), e le foto sono il risultato di un una ricerca durata più di due anni, con oltre centotrenta interviste a lavoratrici, sindacalisti e associazioni.

Il progetto è cominciato a marzo 2016. Ha vinto il grant americano The Pollination Project, il grant per la fotografia di Volkart Stiftung foundation, ha ricevuto il sostegno di Business and Professional Women Ticino, è stato realizzato anche con la giornalista Pascale Mueller e l’associazione di giornalismo tedesco Correctiv ed è stato presentato a Bruxelles, al Parlamento Europeo a settembre 2018. Le foto sono arrivate finaliste al LuganoPhotoDays Festival 2016, pubblicate su Open Society Foundations, Vice, BuzzFeed, Azione, Gli Stati Generali, Radiotelevisione Svizzera (RSI) e hanno ricevuto menzioni speciali ai premi Moscow International Photo Awards, International Photography Awards, Neutral Density Awards, Photogrvphy Festival, Tokyo International Photo Awards.

Durante la serata saranno proiettati foto e video raccolti durante la stesura del libro.

h. 19 aperitivo, a seguire la presentazione.

Leave a Reply