Una serata, due libri davvero utili per il femminismo contemporaneo e non solo. Incontro dedicato anche a tutt@ coloro che hanno voglia di capire di più del tema e dei suoi paraggi

Alle 19 presentiamo insieme due testi che ci hanno appassionato, ci hanno fatto pensare e ci hanno fornito termini nuovi e tracce da seguire non scontate: Femministe a parole (Ediesse) e Lo schermo del potere (ombre corte).

Senza dimenticare alcunché delle genealogie femministe ma tenendo in conto il desiderio e il piacere di avventurarsi lungo strade originali, entrambi i testi rispondono alla necessità urgente di affrontare problematiche inedite, fornendo interpretazioni e indicazioni per il pensiero e l’agire della politica delle donne nella contemporaneità

Saranno presenti una delle curatrici del primo volume, Vincenza Perilli, e le autrici del secondo, Alessandra Gribaldo e Giovanna Zapperi. Ne discuteranno con loro, tra gli alt@, Chiara Martucci e Cristina Morini

Alle 21 lo spettacolo Ridevamo come matte del gruppo teatrale Le Calcanti. Tratto da una piéce di Luisella Véroli dedicata alla biografia di Alda Merini. Silvia Rigon, regista, Alessandra Canestrini, drammaturga, Greta Cappelletti e Laura Fedeli, attrici

cop.schermo1649-1 Femministe a parole_cop:14-21